Greco biblico

I Ciclo

Corso Istituzionale di Teologia

Nessun indirizzo



Anno di corso: 2
Crediti: 5
Docenti

Obiettivo:

Rendere familiare gli studenti col Greco del NT, che rispetto al Greco classico presenta delle peculiarità. Grosso modo è la lingua che si impone ovunque, dopo la conquista politica e culturale di Alessandro Magno, e diventata la lingua comune, appunto detta “Koiné”. Ma quello che la rende particolare ed un po’ “barbara” anche all’orecchio di un ellenofono abituato alla “Koiné”, sono i tanti “semitismi” disseminati abbondantemente in tutto il testo greco del NT. Un fatto del resto spiegabilissimo: Questi “semitismi” sono mediati spesso dalla lxx (Il testo della Bibbia quasi sempre citato nel NT) o dovuti al fatto che chi scrive, anche se scrive in greco, pensa con categorie semitiche.


Programma:

Verranno evidenziate le peculiarità grammaticali e sintattiche del greco del NT, dando ampio spazio soprattutto alle strutture, sintattiche e lessicali, della lingua ebraica riproposte in greco. Si pensi all’asindeto, alla paratassi, all’uso del kai eghéneto, al verbo essere costruito con la preposizione eis e l’accusativo; alla congiunzione condizionale ei che si carica dei diversi significati di im ebraico o all’influsso della particella aramaica di con le sue molteplici funzioni; e, ancora, all’anacoluto, alla resa in greco della forma enfatica dell’infinito assoluto ebraico, all’uso pleonastico del pronome personale; alla confusione tra la proposizione finale e quella consecutiva, etc.
 
Metodo:
Si lavorerà soprattutto sul testo Greco del NT. Attraverso un’approfondita e puntuale analisi dei testi, si evidenzieranno, nel concreto, gli elementi caratterizzanti di questo Greco un po’ “barbaro”, in modo tale che gli alunni potranno averne una certa dimestichezza ed una buona padronanza, strumento indispensabile per l’esegesi. Questo approccio caratterizzerà sia il lavoro svolto in classe, sia quello svolto a livello personale.


Avvertenze:
Bibliografia:

M. Zerwick, Graecitas biblica, Roma 1966; F. Blass – A. Debrunner, Grammatica del Greco del Nuovo Testamento, Brescia 1982; M.R. Calabrese de Feo, La Lingua dei Greci, Firenze 2007; B. Corsani, Guida allo studio del Greco del Nuovo Testamento, Roma 1997; F. Zorelli, Lexicon Gaecum Novi Testamenti, Roma 1990.